1. Scopo e campo di applicazione

Le prescrizioni del presente Codice Etico si applicano a tutte le funzioni e a tutto il personale della Casa di Cura Villa Silvia, a tutti i processi e alle attività svolte nei siti produttivi relativamente alla progettazione ed erogazione di prestazioni sanitarie di diagnosi e cura e ai servizi afferenti agli ambiti del Laboratorio analisi, della Diagnostica per immagini, della Diagnostica Vascolare e della Diagnostica Neuro-Fisio-Patologica.

Il Codice Etico sancisce l’insieme dei principi etici e regole di comportamento verso tutti i soggetti con cui la Società entra in relazione direttamente ed indirettamente: ai membri degli organi amministrativi e di controllo; a tutti i dipendenti a prescindere dalla qualifica professionale; ai collaboratori che erogano prestazioni sanitarie nell’interesse della Società; ai fornitori di servizi o prestazioni non afferenti al campo medico; a tutti coloro che svolgono qualsivoglia attività in nome e/o per conto della Società ad ogni livello.

2. Missione

La Casa di Cura Villa Silvia è un istituto di erogazione di servizi negli ambiti della medicina specialistica, della diagnostica e del laboratorio analisi. La Casa di Cura opera in regime di accreditamento con il Servizio Sanitario Nazionale, quale servizio pubblico rivolto a fornire servizi diagnostici e terapeutici di alta qualità e specializzazione, assumendo come elementi strategici della politica aziendale l’efficacia della cura, la formazione e motivazione del personale, l’ottimizzazione degli investimenti e la razionalizzazione della spesa, l’innovazione e la ricerca scientifica, il continuo miglioramento in termini di soddisfazione della clientela.

La Casa di Cura eroga, in regime ambulatoriale, servizi e prestazioni di alta specializzazione nei seguenti campi: Andrologia, Chirurgia vascolare, Elettromiografia, Fisioterapia, Malattie cardiovascolari, Medicina interna, Medicina legale, Ortopedia e Traumatologia, Ostetricia e Ginecologia, Psichiatria, Psicologia e Psicoterapia. Nell’ambito della diagnostica la Casa di Cura opera i seguenti esami: Densitometria, Ecocardio, Ecodoppler, Ecografia, Emg-eng, Esami holter, Mammografia, Polisonnografia, Radiologia, Risonanza, Spirometria, Tac e Tc volumetrica. Il Laboratorio Analisi, accreditato dalla Regione Marche con decreto n.219 del 17/7/2019, fornisce i seguenti esami: Chimica Clinica, Immunometria, Ematologia, Coagulazione, Elettroforesi ed Urine, Medicina del Lavoro, inclusi gli screening di 1° livello per la valutazione delle tossicodipendenze nelle mansioni a rischio. Inoltre, il nostro Laboratorio collabora con il Synlab-Italia al fine di garantire un enorme quantità di esami in diversi ambiti.

La Casa di Cura si impegna ad assicurare l’erogazione di servizi e prestazioni all’avanguardia dal punto di vista scientifico e tecnico, al fine di raggiungere un elevato livello di qualità e specificità all’interno del settore in cui opera. Tale obiettivo viene perseguito attraverso consistenti investimenti volti all’innovazione strutturale, tecnologica, organizzativa e gestionale, concentrando le propria attività sulla centralità e sicurezza del paziente, sul miglioramento continuo della qualità assistenziale alla persona e sulla valorizzazione delle risorse umane.

3. Principi etici della società

In conformità alle prescrizioni normative vigenti la Casa di Cura promuove e garantisce nella pianificazione, attuazione e controllo dei servizi prestati il rispetto dei seguenti principi:

3.1 Eguaglianza

Il principio dell’eguaglianza comporta che le regole riguardanti i rapporti tra utenti e servizi e l’accesso ai servizi siano uguali per tutti. Nessuna distinzione nell’erogazione del servizio può essere compiuta per motivi riguardanti sesso, razza, lingua, religione ed opinioni politiche. Va garantita la parità di trattamento, a parità di condizioni del servizio prestato, sia fra le diverse aree geografiche di utenza sia fra le diverse categorie o fasce di utenti. L’eguaglianza va intesa come divieto di ogni ingiustificata discriminazione e non, invece, quale uniformità delle prestazioni sotto il profilo delle condizioni personali e sociali. In particolare, l’Organizzazione è tenuta ad adottare le iniziative necessarie per adeguare le modalità di prestazione del servizio alle esigenze degli utenti portatori di handicap.

3.2 Imparzialità

Gli operatori sanitari e amministrativi hanno l’obbligo di ispirare i propri comportamenti, nei confronti degli utenti, a criteri di obiettività, giustizia ed imparzialità. In funzione di tale obbligo si interpretano le singole clausole delle condizioni generali e specifiche di erogazione del servizio e le norme regolatrici di settore.

3.3 Continuità

L’erogazione dei servizi, nell’ambito delle modalità stabilite dalla normativa deve essere continua, regolare e senza interruzioni. I casi di funzionamento irregolare o di interruzione del servizio devono essere espressamente gestiti. In tali casi, i soggetti erogatori devono adottare misure volte ad arrecare agli utenti il minor disagio possibile.

3.4 Diritto di scelta

Ove sia consentito dalla legislazione vigente, l’utente ha diritto di scegliere tra i soggetti che erogano il servizio.

3.5 Partecipazione

La partecipazione del cittadino alla prestazione del servizio deve essere sempre garantita, sia per tutelare il diritto alla corretta erogazione del servizio, sia per favorire la collaborazione nei confronti dei soggetti erogatori. L’utente ha diritto di accesso alle informazioni in possesso del soggetto erogatore che lo riguardano. Il diritto di accesso è esercitato secondo le modalità disciplinate dalla legge 7 agosto 1990, n. 241 e s.

3.6 Efficienza ed efficacia

La Casa di Cura si impegna a garantire i più alti standard di efficienza ed efficacia nell’erogazione di tutti i servizi proposti. Tali standard si riferiscono, in particolare, alla qualità dei servizi ambulatoriali, diagnostici e del laboratorio analisi, nonché alla rapidità dell’erogazione e all’organizzazione generale con cui essi vengono gestiti all’interno della struttura.

4. Principi di condotta

4.1 Qualità

Obiettivo primario della Casa di Cura è quello di erogare prestazioni di eccellenza in ciascun ambito operativo, puntando al continuo miglioramento delle stesse. Quest’ultimo principio viene perseguito attraverso strategie di miglioramento basate sul monitoraggio costante dell’efficienza dei processi e incentivando la crescita professionale di tutto il personale della Struttura nonché dei collaboratori. Ogni azione volta a migliorare l’assetto operativo è orientata a garantire l’efficienza e l’efficacia dei servizi e la piena soddisfazione dell’utenza. In ottemperanza a tali principi la Società ha implementato un Sistema di Gestione Qualità conforme alla norma ISO 9001:2015.

4.2 Legalità

La Casa di Cura opera nel rispetto di leggi e regolamenti vigenti in Italia e a livello regionale e richiede con assoluta fermezza a dipendenti, collaboratori, fornitori e a coloro che svolgano qualsivoglia attività in nome e/o per conto della Società, di rispettare tale principio astenendosi da ogni possibile comportamento o condotta contrari ai valori della legalità.

4.3 Riservatezza

Informazioni e materiali che entrino in possesso dei membri degli organi amministrativi, dei dipendenti, dei collaboratori, dei fornitori e di coloro che svolgano qualsivoglia attività in nome e/o per conto della Società, sono strettamente riservati e di proprietà esclusiva della Casa di Cura. È fatto obbligo di non rivelare a terzi, se non per motivi inerenti all’esercizio delle proprie funzioni, le informazioni acquisite o di cui comunque siano venuti a conoscenza nello svolgimento della propria attività.

4.4 Privacy

La Casa di Cura garantisce in modo assoluto, in conformità alle disposizioni di cui al Dlgs.n. 30 giugno 2003 n.196, la riservatezza di tutti i dati personali e di tutte le informazioni sanitarie e non di cui entra in possesso. La tutela della privacy riguardo i dati contenuti nella documentazione dei Clienti/Pazienti è garantita da tutto il personale della Casa di Cura attraverso la Procedura Specifica “Gestione dati sensibili – Privacy”. Al Cliente/Paziente sono consegnati documenti di vario tipo quali: prescrizioni mediche, referti, indicazioni riguardanti le terapie da seguire, eventuali copie delle cartelle Cliniche, ecc. In questi casi i documenti sono sempre controllati dal Medico e/o dalla Direzione Sanitaria prima del rilascio. I referti dei Clienti/Pazienti ambulatoriali, una volta firmati, per quanto riguarda il Laboratorio Analisi, vengono consegnati in contenitori sigillati, in Accettazione in attesa di ritiro da parte del Cliente/Paziente; in caso di attività per pazienti esterni nell’ambito di sorveglianza sanitaria di medicina del Lavoro, i referti vengono consegnati in busta chiusa al Medico competente o al datore di lavoro; mentre per quanto riguarda il Centro Diagnostico e gli Studi Medici vengono trattenuti nelle rispettive Segreterie e successivamente consegnati al Cliente/Paziente o a persona delegata. Le Cartelle Cliniche, firmate dal Medico, vengono consegnate all’Archivio Centrale, unitamente alle SDO. La copia della Cartella Clinica/ Cartella personale può essere richiesta dal Cliente/Paziente anche subito dopo l’avvenuta dimissione. I documenti sono preparati, utilizzati e movimentati facendo attenzione alla loro integrità, completezza, mantenendo sempre la loro Rintracciabilità con le cure/prestazioni effettuate secondo le indicazioni riportate al paragrafo specifico

4.5 Diffusione e divulgazione del Codice Etico

La Casa di Cura si impegna a comunicare a tutti i soggetti interessati i principi contenuti nel presente Codice Etico e a garantirne la diffusione interna ed esterna mediante ogni mezzo disponibile, fisico o digitale, per far sì che chiunque operi all’interno della Struttura o in nome/per conto della stessa si impegni a seguire le prescrizioni in esso stabilite.